link
Royal Panda Play Now! 10 free spins - No deposit 100% bonus up to £200 Read more
LeoVegas Play Now! 50 free spins - No deposit 200% bonus and 200 free spins Read more
Prime Slots Play Now! 10 free spins - No Deposit 100% bonus and 100 free spins Read more
Winner Play Now! 99 free spins - No deposit 200% bonus up to £300 Read more
Cashmio Play Now! 20 free spins - No deposit 200 free spins on 1st deposit Read more
ComeOn Play Now! 10 free spins - No deposit 100% bonus up to £200 Read more

💰 Dipendenza al gioco - motivi, conseguenze e soluzioni

australia-icon

Slot Machine Online Gratis . Gioca alle Slot Machine Online sul nostro sito Gratis e Senza Scaricare Nessun Software. Il Gioco è Istantaneo in Flash, scopri i trucchi migliori e poi sfrutta i Migliori Bonus Casinò Online per giocare senza rischiare nemmeno un centesimo.
DIPENDENZA DA SLOT MACHINE. unkown Età: 20 Salve a tutti. da luglio 2009 ho iniziato gradualmente a giocare sempre piu spesso alle slot
Come è possibile smettere definitivamente di giocare alle slot machine? Spesso, chi utilizza le slot machine senza cognizione di causa in merito alle conseguenze del gioco ripetuto, non è sfiorato dal pensiero di poter perdere ancora di più, presupponendo la propria disponibilità economica per puntare di nuovo.

Io purtroppo come smettere di giocare alle slot machines ti posso dire quale sar la strada giusta per uscire dalla tua dipendenza… Ma so con certezza che la strada giusta non sar la prima che proverai, buon viaggio, buon viaggio, che possono aiutarti a capire quando il momento di smettere.
Slot Machine Gratis. Gioca Qui! Senza Scaricare! Prova tutte le slot machine online gratis, Video Slot, Slot 3D, Slot Marvel, Slot classiche e da bar dei migliori casino online legali nella modalità gioco per divertimento senza soldi (For Fun), qui direttamente su Slot-Mania.it, senza dover scaricare nessun software e senza bisogno di registrazioni.
Se vuoi sapere come smettere di giocare, potrebbe esserti utile il mio elenco delle bugie (o meglio delle scuse) che si raccontano i giocatori delle slot machines nei bar, i giocatori d’azzardo, scommesse sportive e tutti quelli che sono diventati dipendenti dal gioco e ancora non vogliono ammetterlo (prima di tutto a loro stessi).
CASINO NAME FREE BONUS DEPOSIT BONUS RATING GET BONUS
spinson
Spinson 10 free spins no deposit Up to 999 free spins PLAY
karamba
Karamba - $100 bonus + 100 free spins welcome package PLAY
mrgreen
MrGreen - €350 + 100 free spins welcome package PLAY
leovegas
LeoVegas 20 free spins no deposit 200% bonus up to $100 + 200 free spins PLAY
skycasino
BetSpin - $200 bonus + 100 free spins welcome package PLAY
casumo
Casumo - 200% bonus + 180 free spins PLAY
royal panda
Royal Panda - 100% bonus up to $100 PLAY
casinoroom
CasinoRoom 20 free spins no deposit 100% bonus up to $500 + 180 free spins PLAY
GDay Casino
GDay Casino 50 free spins 100% unlimited first deposit bonus PLAY
thrills
Thrills - 200% bonus up to $100 + 20 super spins PLAY
kaboo
Kaboo 5 free spins $200 bonus + 100 free spins welcome package PLAY
guts
Guts - $400 bonus + 100 free spins welcome package PLAY
PrimeSlots
PrimeSlots 10 free spins 100% bonus up to $100 + 100 free spins PLAY

Le bugie che si racconta chi è dipendente dal gioco e non vuole ammetterlo by rrr Giocare alle slot machine dipendenza

pokie-1

Giocare insegna fin da piccoli a stare bene con gli altri e a sviluppare la creatività. Ma quando diventa un vizio produce una dipendenza che deve essere curata. Giocano tutti, piccoli e grandi ma in modo e con finalità diverse; il gioco è molto importante nella vita delle persone perché insegna a vivere meglio e con allegria.
Preferivo giocare alle slot che a nascondino con i bambini, a questo ero arrivata. Lì ho capito di essere malata. E finalmente ho accettato l’ aiuto delle mie colleghe, che da tempo mi.
Sognare di vincere al gioco e divertirsi con le slot machine . Il gioco fa parte, e continuerà a far parte per sempre, della vita delle persone in modo attivo, tante attivo che spesso capita anche di sognare di giocare ed intraprendere un’attività ludica.

starburst-pokieDipendenza al gioco - motivi, conseguenze e soluzioni Giocare alle slot machine dipendenza

â–·Slot Machine Online Gratis - 9999 Slot Machine Gratis | Nuove 2018 Giocare alle slot machine dipendenza

Giocare e vincere alle slot machine è l’obiettivo di numerosi appassionati di macchinette virtuali e da bar. In questo articolo sveliamo i migliori trucchi slot machine per alzare la probabilità di vincita e ottenere grosse vincite in soldi veri alle macchinette.
Come è possibile smettere definitivamente di giocare alle slot machine? Spesso, chi utilizza le slot machine senza cognizione di causa in merito alle conseguenze del gioco ripetuto, non è sfiorato dal pensiero di poter perdere ancora di più, presupponendo la propria disponibilità economica per puntare di nuovo.
Come giocare alle slot online di Sisal.it. Prima di dare il via al primo giro della slot machine ci sono dei passaggi iniziali che devi seguire per poter giocare e che riguardano la registrazione al sito e l'apertura del tuo conto di gioco personale.

Giocare alle slot machine dipendenzacasinobonus

giocare alle slot machine dipendenza Col risultato che esci di casa quasi tutti i giorni a buttare tempo nel tuo vizio.
Hai anche così tanta paura che il tuo bel giochino finisca che in fondo, non hai voglia di chiedere aiuto a nessuno.
Dopotutto una dipendenza è una droga, ti addormenta.
Ti isola dal resto dei pensieri dolorosi, nei quali ti piace dimenticare di avere una vita, delle responsabilità e forse anche una famiglia che ha bisogno di te.
Capisci il perchè entrambe le affermazioni sono problematiche?
Perchè in un certo senso sono vere entrambe, e false entrambe.
Ebbene esiste una cosa che puoi fare anche senza decidere nulla, una cosa utile e facile, a portata di mano: pensa ad una persona.
Pensa a una persona alla quale non hai mai detto del tuo vizio, una persona che per te rappresenti qualcosa di importante, una persona che sia ancora viva.
Ora pensaci il tempo che vuoi.
Tutti i giocatori di solito tengono sempre il loro sporco segreto in un cassetto, vergognandosi delle proprie azioni.
Non aspettarti aiuto da questa persona, pensa solo che tu hai bisogno di parlarne con qualcuno.
Mi raccomando a questa persona non dovrai mai chiedere dei soldi, non dovrai mai metterla nelle condizioni di offrirti un prestito.
Apriti con questa persona, poco per volta.
Parlale se lei avrà voglia di ascoltarti.
Non essere pesante… perchè se vuoi piangerti addosso esistono fior fior di psicologi che giustamente si fanno pagare per ascoltare i tuoi piagnistei e tue scuse.
A questa persona, devi dare fiducia, senza aspettarti nulla in cambio.
Perchè sarà la tua umanità a fare il resto.
Il fatto di aver rivelato il tuo segreto, piano piano ti toglierà quegli schemi, quelle bugie che ogni giorno racconti a tutti.
Piano piano rivela a quante più persone riesci il tuo segreto, che diventerà sempre più enorme, sempre più bisognoso di essere risolto.
Prima inizi e prima potrai ricostruire quella rete di legami sentimentali che ci rende umani.
Attenzione perché il tuo vizio, è ancora lì.
Perché in fondo ti hanno fatto credere che ogni essere umano per essere degno di questo nome debba fare cose straordinarie, cose uniche e grandissime.
E tu invece hai una vita di merda, piena di debiti, di bugie… e di solitudine.
Un destino nel quale ci siamo messi da soli.
Prendi in mano il telefono e rivela la triste verità a qualcuno.
Un rapporto ormai fatto solo di bugie.
Non arriva a fine mesele do i soldi per fare la spesa ma il frigo resta vuoto e le slot pieno!
Non son come faremia mamma non esiste più.
Il terreno più fertile nel quale le dipendenze crescono forti è rappresentato dalla solitudine e dagli affetti mal gestiti.
In un ambiente famigliare nel quale gli anziani vengono lasciati spesso soli o non hanno strumenti per socializzare, è facile che inizino a giocare sperando in una vita migliore.
Ora che tua madre si annega nella dipendenza i tuoi sentimenti verso di lei sono più intensi che mai, perchè ti fa male sapere che la stai perdendo.
La dinamica è complessa e non è facile da smontare.
Di certo giocare alle slot machine dipendenza te la cavi con un commento su un sito internet, dovresti andare a sentire psicologi bravi e soprattutto dovresti fare un grande sforzo per fare compagnia a tua madre, aiutandola a trovare hobby più costruttivi.
Non pensare al suo problema, aiutala a trovare alternative costruttive.
Il problema reale di chi gioca non sono i soldi, bensì il tempo.
Queste persone devono imparare a gestire bene il loro tempo, impiegandolo in attività positive, sia dal punto di vista pratico che sentimentale.
Devono sentirsi utili, e possono sentirsi amate.
Solo in questo modo riuscianno ad allontanarsi dal falso impiego e dal falso affetto offerti dalle slot, dalle sigarette, dalla droga… ecc… un grande abbraccio.
Sempre indebitato, pensieroso, arrabbiato con tutto il mondo intorno.
Ora mi ritrovo con un lavoro da 1000 euro al mese e con una figlia da mantenere, un affitto da pagare e tutte le altre spese, agli errori si impara ma ho capito troppo tardi.
Grazie del tuo artico sono 2 mesi che non gioco più e ti devo davvero tanto, ho incominciato la vita da 0 tutto da ricostruire sarà dura e tuttti ce la possiamo fare.
Fino a quando ti giochi tutto fino all ultimo euro!!!
Ogni dipendenza è una battaglia personale che bisogna vincere prima di tutto con noi stessi.
Come vedi dalla risposta di Francesco, la testa di un giocatore è piena di scuse e piena di colpe verso gli altri.
Fatti forza e smetti totalmente di dargli soldi, se diventa cattivo rivolgiti alle autorità.
Dimostra a lui ed a te stessa che almeno una dei due è forte e non cede di fronte alle scuse ed alle facili accuse.
Non puoi delegare agli altri la responsabilità della tua dipendenza.
La devi curare, ci sono gli strumenti ed i metodi es.
Il calore degli affetti te lo devi guadagnare.
Curati prima di tutto per te stesso.
E soprattutto stai attento, con queste idee rischi di fare del male a tutte le persone più care che hai vicino.
Leggendo i post precedenti, condivido quello che è stato detto sui gestori delle slot dei bar….
Ho creato in pratica una specie di sfida personale, cercando di resistere il più possibile alla tentazione del gioco e questo espediente mi ha aiutato a smettere.
Ti aiuterà a capire meglio il tuo impulso e a controllarlo.
O meglio anche a indirizzarlo verso momenti di vita più costruttivi.
Mi ripeto ogni giorno di smettere …con scarso successo…ma perchè si pensa solo al profitto e non si guarda che le famiglie si sfrantumano.
Prova invece ad iniziare qualcosa di nuovo.
Persino il modellismo costa meno del tuo attuale vizio!
Chiediti invece: cosa posso iniziare?
Dico sempre Ke Nn c cascherò più ma al massimo c riesco per 1 settimana 10 giorni E so benissimo Ke le macchinette sono tutte manomesse Xke so che alcuna dopo la chiusura aprono le macchine e vedono quanto ha incassato e se ha incassato bene loro c giocano e vincono, a torino un gruppo di ragazzi hanno nascosto una microcamera in un bar cinese e hanno visto Ke dopo la chiusura ci gioca il propietario.
Purtroppo nessuno è perfetto.
Io ho scritto questo articolo intervistando persone e chiedendo anche a me stesso quali sono le mie debolezze e quali sono le mie scuse.
Grazie per la tua esperienza e buona fortuna con tuo fratello!
Una delle cose che richiedono la massima attenzione per una persona con la malattia del gioco è renderci conto della cosa più semplice del mondo.
E cioè che non si piange sul latte versato.
Ho 39 anni, un passato da cocainomane ed un presente che dura da molti anni da giocatore.
Inutile raccontarvi le scuse e le stronzate che raccontavo a mia moglie per nascondere gli ammanchi.
Non parlo di cifre perché son relative anche se per me son tanti.
Mi son trasferito di regione per cambiare vita e mia moglie mi ha seguito.
Ora tiene tutto lei ,mi da qualche soldo x le sigarette e le necessità quotidiane ,ma il mio bancomat e la mia carta di credito sono sequestrate.
Più volte ho pensato di farla finita,ma sarebbe doppiamente vigliacco sia per me che per la gran donna che ho con me.
Ho pure scritto una lettera al presidente del Senato che é da sempre sensibile alla tematica.
Un abbraccio a tutti e non,é mai tardi per smettere di essere dei pirla:io ci sto provando con tutte le mie forze.
Quello che voglio raccontare a voi giocatori che state leggendo ora è il mio percorso.
Non vi dico la cifra che ho perso da una settimana in qua perché è troppo alta!
Sto lottando da anni con questa malattia.
Sono andata dai giocatori anonimial SERT dove uno psicologo mi ha seguita per un anno e poi mi ha detto che sono guarita e che oramai il gioco me lo sono lasciato alle spalle.
Mi ha detto di iniziare un percorso a pagamento nel suo studio.
Però io vivo da sola e lo stipendio mi permette di arrivare giusto alla fine del mese.
Oggi come oggi non so più cosa fare.
Non so più a chi chiedere aiuto e dove scavare in profondità della mia anima tormentata e sola.
Io non so più come combattere!
Le persone ti aiutano fino ad un certo punto poi si aspettano che tu le dia in cambio qualche cosa.
Penso tutti i giocare alle slot machine dipendenza a come fare e quando riesco a smettere per qualche giorno arriva qualche evento che mi destabilizza portando me nella sala bingo.
E so che non si vince e so di avere un grosso problema però non so proprio come venirne fuori.
Non so più a chi dirlo lo sanno tutti!
Ho detto a chiunque del mio problema la verità che nessuno ti vuole o puo aiutare.
Io sto provando a smettere da più di 6 anni e sono veramente stanca.
A chi posso raccontare il mio dolorela mia disperazione?
Prego a Dioagli angeli e alle persone che mi aiutino.
Vorrei tanto venirne fuori però da sola non ci riesco e non so più a chi chiedere aiuto.
Mi alzo alle 5:30 per andare a lavoraredicendo sempre a me stessa che devo combattere che devo farcela però ci sono eventi che non so come gestire e allora mi rifugio nella sala slot dove il tempo si fermai problemi e il mondo restano fuori e io scappo invece di affrontarli.
Per pagare tutti i miei debiti ci vorrebbero anni.
A volte mi passa per la testa di scapparedi cambiare paese parlo fluentemente 4 lingue quindi non sono una stupida eppure ci sono cascata!
Vi dico che non ha importanza quanto si è intelligenti può capitare a chiunque di cadere in una dipendenzaqualsiasi essa sia.
Alle persone che hanno questo mio stesso problema dico che dovete lottare io lo sto facendo e non mi fermerò.
La vita è una e io ho avuto anche problemi di salute e ho fatto 2 interventi difficili però non ho mai smesso di lottare!
Non abbandonate i vostri famigliari voi che non siete giocatoriaiutate loro con il vostro amore!
Io che sono sola al mondo non so cosa darei per avere una famiglia che mi possa sostenere almeno moralmente.
Spero con tutta me stessa di trovare una soluzione!
Spero che sempre più persone diventino consapevoli di avere un problema con il giocofacendo così qualcosa per venirne fuori.
Vi prego datemi un consiglio perché ho preso le https://casino-promocode-deposit.website/all-slots/all-slots-online-casino-bonus-codes-2019.html e il coraggio!
Faccio fatica a trascinare il mio corpo al lavoro e a casafaccio fatica a respirarefatica a perdonarmi e andare avanti eppure sono qui a scrivere per dirvi che mi rialzo e riprovo!
Voglio vivere io e voglio stare meglio è solo che non so come fare e con quali armi lottare.
Vi ringrazio di cuore!
Come hai detto tu, non penso ci sia qualcuno che si può fare carico della tua guarigione.
Se hai fatto un anno in terapia disponi già di tutte le armi possibili.
Se ti serve staccare e trovare uno spazio in cui il mondo si ferma e ti rilassi… è naturale!
Questa dimensione può essere trovata nello sport, nella meditazione, anche in un hobby.
Qualcosa di più grande di te.
Qualcosa per cui lottare.
Il fatto di averle messe nei luoghi comuni, vuole dire massimo guadagno.
Invece nei paesi civili ci sono i casinò.
Nei luoghi di vita quotidiana il gioco è proibito.
Trasferisciti dove i giochi non ci sono.
Unica soluzione secondo me.
E visto che il gioco è un potente anestetico, ricadere a distanza di anni e un attimo.
Trasferisciti dove non ci sono e con gli anni si dimenticheranno le slot.
Dimenticavo nei civili paesi usa,UK, Australia, Francia, ecc.
Ecc in cui ci sono i soli casinò, negli stessi ci si può fare interdire.
Cosa impossibile in Italia considerati gli innumerevoli luoghi di gioco.
Io personalmente sono contrario ai Sert sono paliativi non risolvono definitivamente il problema.
Per farvi un esempio ad un ex tossicodipendente mettiamo una dose di eroina sul comodino ma però mi raccomando non la devi usare.
Uguale e con le slot.
Andrebbero tolte e aperti i casinò.
Ma con i casinò il guadagno sarebbe inferiore quindi….
E come le prostitute per strada guadagno maggiore rispetto ai casini.
MEDITATE E ANDATEVENE prima che si inventano la prossima trappola.
Ho fatto meditazioneho fatto sport è che ora sono stanca.
Il gioco mi ha stremata a tal punto di sentirmi incapace di fare più tutte queste cose.
Obiettivi non riesco ad intravedere perché vivo costantemente nella paura di non riuscire a smettere di giocare.
Gestire le mie emozioni è talmente difficile.
Sono molto sensibile e per non avere reazioni esagerate mi chiudo in me stessa.
Sono carinaho un ottimo lavoro, conosco tante persone ,però nonostante ciò mi sento sola in questa dura battaglia contro il gioco.
È brutto stare al all free online slot games for fun e nonostante ci siano tante persone intorno sentirsi soli.
Voglio sperare che qualcosa scatti dentro di me e farmi tornare alla vita.
Voglio imparare a perdonare me stessa e a volermi bene.
Il fatto è che troppe persone mi soffocano con la loro imposta presenza.
Posso invece sfruttarlo per stare in un paese dove non ci sono i giochi e dove posso stare per conto mio a pensare o meglio a non pensare, a fare quello che voglio e giocare alle slot machine dipendenza fa stare bene.
Perché da qui voglio ripartire.
Penso tutti i giorni a qualcosa per qui lottare e trovo solo la vita un giusto motivo per cui farlo.
Una vita normale con alti e bassiuna vita che sia la mia.
Ti ringrazio per la rispostaconta molto qualsiasi consiglio per me.
Vedi, non è stata la fortuna, sei stata tu, con le tue scelte e con la tua forza.
Se mettere da parte i risparmi è uno strumento che ti aiuta… fallo!
Ma non credere mai che sia stato merito altrui, nel male e nel bene, siamo sempre noi i responsabili delle nostre sconfitte e delle nostre vittorie.
Goditi questa vittoria, buon viaggio!
Vorrei un consiglio da te Simone un consiglio da una grande persona come te perche tu sei una GRANDE PERSONA … Perché la maggiorate delle persone sene fregano di noi e ci giudica male e ci ripudia per il vizio maledetto dove siamo incappati.
A 22 anni secondo me sei un uomo, e come tale devi iniziare a considerarti.
La paura del giudizio di tua madre e della tua ragazza non deve scalfirti, piuttosto… pensa che verso di loro hai delle responsabilità.
Le stesse responsabilità che hai verso te stesso.
Comincia a costruirti, intanto, un obiettivo per i prossimi anni.
Qualcosa che potrai fare coi soldi che ti terrai in tasca, qualcosa di utile, qualcosa di responsabile.
Credo ci sia sempre il forte bisogno di dire a noi stessi che stiamo lottando contro una difficoltà piuttosto che lasciarsi andare e non far nulla, o dare la colpa allo stato o al brutto tempo… Puoi iniziare a fare qualcosa che tu ritieni utile per migliorare la tua situazione, e avere un obiettivo da perseguire tutti i giorni.
Se hai paura di andare dallo psicologo, sert ecc.
Se tu hai un obiettivo chiaro, come per esempio mettere da parte i soldi che stai giocando oggi, per farci qualcosa di utile domani, allora queste persone in cambio di una parte di quei soldi ti aiuteranno a mantenerti in riga, dandoti sostegno o obiettivi raggiungibili.
Per cui anche solo una visita che ti possa far avere una diagnosi della situazione ti sarebbe utile per capire se vuoi iniziare un percorso con uno specialista o se ti senti forte abbastanza per provarci da solo.
Ottimi consigli a Paolo che è così giovane!
Il Sert è gratuito e offre un ottimo aiuto.
Io ho giocato per 5 anni di fila e da altri 6 anni che combatto questa malattia!
Risultati ci sono stati però la mia di vita è stata piuttosto movimentata ,quindi anche le ricadute più frequenti.
Vorrei dire questo a Paolo : pensa che la tua famiglia e la tua ragazza sono persone click here ti amano ed è proprio per questo motivo che ti capiranno e faranno del loro meglio per aiutarti.
Non avere ne timore ,ne paura nel raccontare loro il tuo problema così come lo hai raccontato quicon il cuore in mano.
Vedrai che in questa dura battaglia vinceraiperò da solo non è possibile purtroppo.
Quanto a mesono in vacanza e sto scoprendo un altro mondo!
Mah allora dove erano finite le mie di emozioni?
E la mia di sensibilità?
Ecco oggi ho capito che per venirne fuori dal gioco io devo Vivere ed Emozionarmi!
Gioire di avere la saluteun lavoroun Bell sorriso!
Vi auguro le migliori cose!
Sto cercando di convincerlo e lui dice di volersi fare aiutare ma secondo me non lo vuole davvero perché ogni tanto ci prova a dirmi che ce la deve fare da solo.
Vorrei aiutarlo ma dentro di me so che non ne uscirà mai!
Cosa devo fare devo ascoltare mia madre e abbandonarlo?
Proprio oggi ho dovuto ripagare ad un suo errore ma io non lavoro non potrò aiutarlo per sempre.
Secondo te Simone è sbagliato che io continuamente gli do i soldi per ripagare agli errori che fa?
Questo potrebbe essere un modo per farsi approfittare del mio amore e della mia bontà?
Forse sono più malata io di lui che credo davvero che lui possa cambiare pur sapendo che ciò non succederà mai!
Che cosa devo fare?
Mio figlio ha bisogno anche del padre ma lui non sarà mai in grado se continuerà così di crescerlo!!!!
Penso che non ci sia niente di male ad aver contratto una malattia.
Stessa cosa spero potrà capitare in futuro con le malattie psicologiche.
Il fatto che tu dia soldi invece aumenta il problema perchè gli consente di andare avanti nelle sue credenze, che sono spesso basate su leggende metropolitane e false illusioni di vittoria impossibile.
É da un Po che Cerco testimonianze e finalmente ho deciso di scrivere.
Ho 28 anni da un Po non lavorò e sono fidanzata da due anni.
Io e lui ci amiamo tantissimo ma abbiamo un unico problema: il bingo.
Quando lui lavora di pomeriggio e non ci vediamo io riesco a stare senza e non vado da sola assolutamente.
Il punto è che ho capito che se perdo 20 o 100 mi sento male nello stesso modo e mi fa male che i soldi che lui si guadagna deve buttarli li.
Vorremmo uscirne da soli, vorremmo essere liberi perché finalmente potremmo stare bene davvero.
Non so come fare!
Non mi prendono…É il bingo di pomeriggio che mi prende…Voglio essere libera!
Purtroppo è una dipendenza.
Quando si inizia a giocare viene unaneppure con le vittorie.
Perchè rende impossibile alle persone il regolare svolgimento delle loro vite.
Uscire dalla malattia del gioco si può, combattere la voglia si può… ma di certo la cosa migliore è trovare un motivo per vivere e per mettere da parte quei soldi, per qualcosa che conta davvero.
E quel motivo di vita… tenerselo stretto.
Ho 32 anni,iniziai a giocare per caso il giorno di una finale di champions league,con 10mila lire presi 80mila.
Ora sono passati 16 anni e ora mentre vi scrivo sono appena tornato da una di quelle sale maledette.
Io gioco a tutto,scommesse,slot,cavalli,lotterie.
In 16 anni avrei potuto mettere da parte una fortuna e invece oggi mi ritrovo a contare i giorni che mancano alla fine del mese.
Sono un papà separato,ho avuto un periodo in cui sono riuscito a smettere 1 anno di fila ,ma poi ci sono ricaduto.
Ma poi come capita a tutti ci sono ricaduto.
Potrei usare la scusa di this web page perso il mio primo figlio a 3 anni a causa di un tumore,ma sarebbe una bugia perché quello sicuramente influsice,ma la verità è che io giocavo prima e ho giocato dopo.
Qui riesco a scrivere solo verità ma il mondo è fuori…e fuori riempo di palle tutti psicologi inclusi.
Ma a me stesso non so mentire e so che la causa sono io.
Ho sempre giocato con i miei soldi.
Perché significa che so ancora delineare i confini ma mi spingo sempre a toccarli…potrei fermarmi prima e ogni mese sembro riuscirci e andare meglio ma poi sbrago del tutto.
Non so se la mia è una proposta idiota.
Non so di dove siete.
Io sono di Roma,potremmo provare noi stessi a vederci e creare un gruppo per raccontarci settimanalmente tutte le nostre disavventure e tutte le nostre storie.
Io stasera,come del resto tante altre sere,ho propositi da premio Nobel… Sono sicuro che non ci ricascherò.
Vorrei riprendere quel farmaco.
Ad ogni modo il mio buon proposito di chiudere stasera una volta per tutte io lo scrivo.
È la prima volta che lo faccio pubblicamente.
Se non mi sentirete,forse,sarà perché quel click finalmente è scattato e non grazie ad una fottutissima pillola.
Vorrei tanto leggere che qualcuno ha smesso di giocare e che sta bene.
Purtroppo non è facile smettere ed io per non rovinarmi più di tanto gioco a 10 e lotto ogni tanto.
Giocare anche pochi euro mi da soglievoperché astenersi a lungo non è facile!
A me fa tanta paura il pensiero di non riuscire a venirne mai fuori!
Accetto la mia malattia e non uso più la forza per combatterla.
Comunque resto della opinione che la voglia di vivere può aiutare molto.
Io cucino per amicifaccio lunghe passeggiate con il mio cagnolinocanto sotto la docciami fermo a chiacchierare per strada con la gente e do sempre il mio aiuto a chi posso anche se per un indicazione stradale.
Se potessi radunare persone che soffrono di questa malattia lo farei e farei in modo che tutte quante possano testimoniare e scaricare un pò del loro tormento.
Io che ho frequentato i giocatori anonimi ho notato che sono cerchi chiusitutti amici tra loro che se ne fregano di quelli nuovi!
Per questo non funzionano.
Chiunque legga questo articolo spero che lasci un messaggio che possa aiutare qualcuno.
E a chiunque non ha mai giocato le direi: non iniziare mai che è duro fardello da portare questa malattia!
Vi auguro buon proseguimento!
Occhio a quando dici che giochi per avere sollievo, è un piccolo segno che ti è rimasto ancora qualche dettaglio da sistemare.
Ok parlare della propria sfiga, ok parlare delle sconfitte come fanno spesso quelli che si confessano qui ma sinceramente io penso che sia più utile vivere la vita: e sintonizzare il pensiero sulle cose belle che arrivano solo quando le cerchiamo attivamente.
FATE TESORO della mia ESPERIENZA e state lontani dai GEV specialmente quelli da 20 euro servono a far perdere di più!!!
STATE LONTANI DA QUESTI MOSTRI!!!
SI I GEV SONO MOSTRI!!!
NON VI FATe INCULARE!
VI HO AVVERTITO POI FATE UN PO COME VI PARE!!!
In due anni con vincite superiori ai 20000 euro ho fatto i conti ho perso 40000, nelle ultime due settimane ho vinto oltre 5000 euro e mi ritrovo che domani devo pagare 3000 senza avere un euro in tasca, non so come fare.
Ho prestiti ovunque e la mia famiglia non sa nulla.
Ho prosciugato tutto il loro patrimonio a loro insaputa.
Devo ritornare a vivere e ritrovare me stesso, ritrovare chi ero.
Prima di giocare alle slot non avevo mai chiesto nemmeno un bicchiere di acqua a nessuno, ora chiedere soldi a chiunque è la cosa più normale del mondo per me.
Mi hanno trasformato e rovinato, sia a livello economico che a livello umano.
Diventa la tua vita e vivi per esse….
So di essere malato, ma per quanto mi sforzi di chiedere aiuto alla mia famiglia, mi blocco e ci giro intorno al discorso, dicendo a loro che voglio cambiare vita.
Mi sono dato dei limiti, tipo non uscire e evitare certi bar.
Ma quella volta che esco ci ricasco.
Ormai ho perso tutto e mi sono fatto dei debiti.
Qualsiasi cosa ti dicano al centro di recupero per giocatori patologici ti consiglio di eseguirla alla lettera.
Come sempre, non ti auguro buona fortuna perchè come avrai capito… non esiste.
Tu però sei consapevole della tua situazione e questo è il momento per agire in modo positivo, iniziando un percorso di recupero strutturato e serio.
SMETTIAMOLA DI BUTTARE VIA NOI STESSI E I NOSTRI SOLDI.
Perchè in fondo quando stiamo bene e quando siamo in contatto coi nostri cari, siamo forti.
E raggiungiamo i nostri obiettivi.
Perché non devo arrivare nemmeno al quinto giorno del mese, allora mi son detto come ne sono entrato devo uscirne da solo, i soldi me li sudo come ognuno di noi, perché buttarli via?
I primi giorni è stato difficile, non guardavo nemmeno le macchinette quando entravo al bar per comprare le sigarette, adesso quando entro e sento anche qualcuno che scarica dei soldi penso, chissà quanto ci ha messo, sperando che abbia recuperato qualcosa e che un giorno smetta anche lui di giocare.
È troppo bello entrare in un bar e non pensare a quale macchinetta giocare, uscire con i soldi in tasca cosa che prima non accadeva, anzi si ricorreva sempre al continuo prelievo di altro denaro.
Spero che anche voi troviate la forza dentro che ho avuto io senza dover ricorrere a psicologi o altro, ma solo se vi rendete conto dell effettivo problema e ne capite le ragioni potete uscirne con tranquillità, credetemi è più facile di quel che si pensa, basta solo volerlo davvero.
Un caro saluto a tutti, vi auguro un immediata guarigione da questa malattia.
Ora è una malattia sono convinto di essere malato.
Ho squagliato oro rubato dai bussolotti e tante altre cose schifose.
Mi sono rovinato con quelle cose.
Prima di rovinarmi del tutto potresti darmi qualche consiglio su come uscirne senza ricorrere allo psicologo o ad altri dottori?
Non voglio considerarli perché ci sono entrato io e voglio uscirne io da solo.
Questa idea di volercela fare da soli è una totale cazzata scusa il francese.
Il primo passo se vuoi uscirne davvero è andare dai tuoi parenti e metterli al corrente della tua situazione.
Poi sceglierete assieme uno psicologo o potrai andare al SERT.
Ma la chiave di tutto il problema è riallacciarti in modo profondo coi tuoi parenti.
E alla fine mi son rotto il cazzo perché potevo dare a mia figlia una vita migliore nonostante nn le manca niente cmq.
La soluzione del portafogli in mano agli altri è altrettanto concreta e utile, tuttavia non potrà essere definitiva.
Prima o poi quando ti sentirai pronto potrai anche fare altri passi avanti e trovare in te la forza di trovare un modo migliore di dedicare il tuo tempo e il tuo denaro.
Il problema è che in quel periodo ero una promessa del calcio del mio paese,tutti mi lodavano,sia per doti fisiche,tecniche, che umane.
Purtroppo,sia per un carattere molto timido,sia per questo cazzo di dipendenza dal gioco, ho fallito con il calcio.
Ora non lavoro più,mi sono licenziato, voglio dare una svolta alla mia vita, ad Agosto inizio la stagione con la prima squadra del paese che milita in serie Dvoglio spaccare tutto!!!
Io se fossi in te sentirei una forte pressione da parte delle aspettative degli altri.
Il gioco può anche essere un modo per mandare tutto a puttane e azzerare queste aspettative.
Ok la voglia di farcela, OK la voglia di ricominciare ma attenzione… la prima droga è comunque il bisogno di sentirci perfetti, superiori, sempre vincenti.
La cosa che ci insegna bene la dipendenza dal gioco è imparare a perdere.
La situazione è cambiata nel 2014 giocare alle slot machine dipendenza dopo aver vinto 1.
Se per giocare metti a rischio o rinunci a pezzi di vita, rapporti con le persone, lavoro ecc… i soldi passano in secondo piano.
Se per te buttare 100 euro è accettabile e se tu li guadagni, chi può dirti di non farlo?
Ti consiglio di fare il test che trovi sul sito di GiocaResponsabile, mette in relazione vari momenti della tua giornata e gli impulsi di giocare che arrivano e al termine ti da una valutazione di massima sul tuo stato attuale.
Per me quello della sicurezza era un secondo lavoro e nn riuscivo a capire dove trovassero tutto quel tempo per trascorrerlo il una sala….
Ho iniziato anche io…già…mi sono ammalato di onnipotenza, non chiamatela ludopatia, piuttosto chiamatela onnipotenza del furbo…ovvero di chi pensa che con pochi soldi se ne possano fare molti…avendo molta disponibilità economica penso di aver giocato intorno ai duecentomila euro più una sessantina di quelli vinti e rigiocati….
Nn giustifico nessuno di tutti voi come nn giustifico me stesso, giochi perché ti piace, senza cercare il significato più recondito delle nostre azioni…si gioca perche ci fanno gola i soldi ….
Ero sposato con una bellissima donna e avevo una bellissima figlia che non vedo da 10 anni.
Il gioco mi ha fatto perdere tutto!
Ho preso anche me stesso.
Adesso vado in giro senza neanche un euro.
Mio stipendio va direttamente a mio fratello per pagare i miei debiti e le bolletti mensile.
Se voi smettere di giocare deve smettere di andare in giro con i soldi.
Soldi e la macchinetta sono una copia inseparabile.
In bocca al lupo ragazzi!!!
Mi chiedo quante di queste storie dovremo ancora leggere prima di vedere un movimento serio e capillare di rimozione delle slot.
Anche loro precipitati nel vortice delle vlt, quelle nn le controlli, sono feroci e ti levano tutto….
Dopo una vincita al casinò di 20.
Tutti questi soldi sono stati persi tra il casinò e le vlt da due anni a questa parte.
E penso: gioco solo 20 Euro.
Poi torno in auto e prendo gli altri nel portafoglio.
E mi ritrovo sempre senza un euro contando i giorni che mancano per il prossimo introito che avrò.
Ora mi chiedo: ma dove cazzo li ho trovati tutti questi soldi?????
Avrei potuto comprare una casa.
Mi son mangiato i risparmi di una vita.
Mi vergogno di me stesso.
Il fatto è chea parte quel pensiero FISSO di recuperare la grande somma persa, ogni volta entro in sala slot per spendere una piccola cifra ed alla fine esco SEMPRE con aver speso una fortuna.
In tutti questi anni ho buttato via un sacco di tempo e denaro.
Voglio smettere una volta per tutte, accettando la sconfitta e iniziando una vita nuova.
Devo pensare che i prossimi soldi che guadagno COL SUDORE non alle vlt sono miei e non delle macchinette.
Altrimenti non riesco ad uscirne.
Proviamo a pensare di costruire una scatola ermetica che non si può aprire se non tra un pó di anni.
QUANTI soldi ci saranno dentro se ogni volta che abbiamo degli euro in più e che vogliamo giocarciinvece li infiliamo nella scatola????
Soldi che avremmo can all free slot please useful nel cesso?
Credo ,comunque, che ci siano persone messe peggio di me,perché vedo con i miei occhi le banconote che infilano nelle vlt…….
Scusatemi per il mio sfogo.
Questo Blog per me è la base di partenza.
Di una nuova vita.
Che tu abbia perso 100 euro o 10.
Perchè il gioco sta in piedi solo perchè qualcuno ci guadagna, e quel qualcuno non siamo noi.
Dopo 6 anni di attesa siamo riusciti a metterci insieme un anno fa, è un uomo meraviglioso e lo amo tantissimo ma ho scoperto k ha questo grande ed insopportabile vizio delle maledette Slot.
Dopo aver cercato di farglielo capire in pace sono arrivate le litigate al punto di dirgli k se tornava a giocare fra di noi era finita, invece lui ha scelto di restare con le macchinette.
Mi dispiace solo vedere come se rovina la vita, e come perderà una delle uniche cose belle k ha.
Le manderò il link di questo blog, magari serve a qualcosa.
Io ho perso le speranze.
È una forte dipendenza da 2 anni a questa parte, quando ovviamente ho avuto la mia prima vincita importante.
Da quel giorno si è scatenato in me qualcosa di indescrivibile ed incontrollabile.
Ho bisogno di una dose ogni giorno o quasi!
Inutile dirvi che tutto quello che ho in tasca e di reperibile in quel momento finisce tutto dentro la slot o sito online che sia.
Nella mente mi si innesca un meccanismo di scuse surreali!!
Provo immensa vergogna per tutto questo ripetendomi ogni giorno di non commettere più gli stessi errori.
Cerco di farmi forza pensando ai sacrifici di mia madre o a tutte le cose belle che ho e delle quali mi sto privando, ma questo infame di gioco vince sempre!!
Ho provato anche ad iscrivermi al sito gioca responsabile ma dopo il secondo appuntamento con il terapeuta non li ho più chiamati, mi sentivo ancora più male, più malato più pazzo.
Dentro di me continuerò a ripetermi che non lo sono!!
So che posso farcela e chiunque può!
Di sicuro leggere questi commenti mi ha motivato e anche spaventato molto per quello che potrebbe ancora accadermi Buona fortuna a tutti.
La malattia è una cosa positiva, ci fa imparare molto su noi stessi e ci da la possibilità di tornare sani, equilibrati.
Quello che volevo trasmettere come messaggio e come riflessione è semplice.
Chi gioca tenterà sempre di aumentare i propri limiti,di scommettere piu di quello che possa e appena avrà vinto qualcosa….
Di fatto siamo esseri umani dotati di intelletto… che senso ha giocare.
Sono fermo da 3 ore su questo blog e ho letto e riletto ogni testimonianza.
Per avere una comunicazione pubblica degna di questo nome servirebbe dire che è statisticamente impossibile vincere se si gioca per un periodo medio-lungo.
Beh, mi farò una promessa.
Qualsiasi dipendenza cresce rigogliosa dove i sentimenti sono assenti o ignorati.
Io sono la fidanzata di un maniaco casuale di giochi e azzardo, dico casuale perché non ha mai una lira e quando ce l ha una somma più grossa se la gioca tutta.
In questi 2 anni, ogni 4-5 mesi gli viene la voglia di buttare sui 1000 euro.
L ultima volta è stata una settimana fa quando si è giocato piu di 1200 euro piu qualche buffo, si e giocato tutto: i soldi della spesa, del trasporto per andare a lavorare, la caparra della nuova casa… tutto!!!
Mi ha giurato che non lo farà più.
Vi dico solo una cosa maniaci che siete: quanto amore e rispetto vi regalano le macchinette a tal punto di diventare bugiardi compulsivi e menefreghisti!
Quanto ci vuole a dire di no!!
NO NO NO NO!
Ho capito che volete recuperare i soldi oppure avete i buffi fino al collo ma se non smettete adesso le cose andranno solo a peggiorare!
Smettete e pensate prima di tutto a VOI STESSI.
Siete esseri umani con la capacità di agire, pensare e decidere.
Siamo in un paese libero dove solo voi scegliete le vostre condanne.
Se volete essere LIBERI abbandonate questo vizio altrimenti rimanete schiavi del governo e delle vostre amiche scommesse, macchinette, bingo ecc!!
Tanti anni fa mi ero stancato di lavorare al computer è meglio dire che non ce la facevo più e così sono andato a fare il lavapiatti in una cucina di un hotel.
Lui e io condividevamo gli alloggi del personale, quindi avevo occasione di passare con lui molto tempo sia negli orari lavorativi che nel tempo libero.
Una sera a settimana tuttavia andava dai suoi amici cinesi, tornava ubriaco e senza un soldo in tasca.
Gli chiedevo chi fossero questi amici e lui mi rispondeva che erano amici del gioco.
Si trovavano in una specie di bisca per giocare a Majong, una specie di poker fatto con le tessere del domino.
Una sera è tornato tristissimo, quasi in lacrime.
Aveva giocato i soldi del biglietto e i soldi del suo sogno che aveva quasi messo da parte.
Giocando hai la certezza che la tua vita sarà messa in freezer, che non potrai farla procedere, che non potrai prenderti la responsabilità di figli o compagne o mogli… perchè sei a zero.
Per il cuore di una persona spaventata, questa immobilità è tranquillizzante.
Prima che la malattia del gioco penso che sia importante affrontare le paure che vivono dentro di noi e che trovano semplice sfogo in questo o quel vizio.
Se vuoi stargli vicina, prendi quella paura e abbracciala, è con quella che dovrete convivere per costruire una famiglia.
Puoi però fare molte cose te le elenco in modo schematico: 1 devi avere le idee chiare su ciò che è possibile e ciò che è impossibile.
Recuperare un debito giocando di più è impossibile.
Recuperare un debito col lavoro e col sacrificio è lungo ma possibile.
Visto che la tua amica ha probabilmente le idee annebbiate dalla dipendenza, tu devi averle invece molto chiare.
Nel momento in cui glieli neghi spiegale che è per il suo bene, perchè fino a quando continuerà a pensare di potersi salvare col gioco, sarà nel pieno della dipendenza.
Quando anche lei inizierà a capire il punto 1, ovvero cosa è possibile e cosa è impossibile, allora potrà ricevere prestiti, che dovrà utilizzare per rimettersi in piedi, per pagare la spesa, le bollette, ecc… 4 se decidi che non puoi prenderti carico della sua situazione anche questo è possibile, nessuno di noi è vocato per la Santità dopo tutto cerca di dare un taglio netto e determinato, cerca di far capire gentilmente che non si torna indietro.
Potete scegliere di farvi carico del loro destino, ma nessuno vi darà la colpa se invece scegliete di allontanarvi e cambiare prima di tutto la vostra vita.
Io mi sento una persona intelligente e pure ci ricasco sempre.
Mi rendo conto che sto distruggendo tutto.
Ogni volta dico che non devo più mettere piede ma poi ci ricasco.
Voglio provare ad uscirmene da solo.
Pensate che possa essere possibile?
Un Po di tempo fa sono riuscito a non giocare più di un anno.
Poi ci sono ricalcato e troppo facile per me dire che la colpa sono stati i problemi personali che stavo avendo legati alla mia attività in un momento di crisi.
Mi sembra assurdo pur sapendo che il gioco può portarti solo alla rovina continuo a ricavarci.
E pure non mi sento dipendente.
Io fumo molto sono consapevole che fa male ma mi rendo conto che è difficilissimo smettere.
Invece per le macchinette mi sembra che posso farne a meno è non mi spiego perché ci ricasco.
Quando sono stato capace a non giocare per più di un anno riuscivo perché avevo deciso di non mettere mai neanche un euro.
Ho capito che quando pensi che vuoi giocare solo 20 euro poi scatta un meccanismo che vuoi recuperarea quel punto ho fatto anche le notti intere alle slot.
Lo stato non può mettere fuori legge i coltelli solo perchè ogni tanto qualcuno li usa per fare del male.
Al momento le linee dei confini sono tracciate dalla cognizione del popolo e per rispondere alla tua domanda credo che solo tu possa sapere se ce la puoi fare da solo o se hai bisogno di aiuto.
Ora però se vuoi continuare devi rimboccarti le maniche.
Prova a chiamare il numero verde dello stato, senti cosa ti consigliano.
Vivo con mia moglie che pensa solo a spendere soldi x se stessa e non lavora da sempre.
Ogni mese si cura per una malattia immaginaria regala soldi a tutti i dottori di Italia alle farmacie alle erboristerie a qualsiasi negozio…….
In cinque anni mi ha succhiato 200.
Tutto questo slots games free all avevo vinto alla lotteria quei soldi.
Non avrei mai dovuto giocare!!!!!!!!!.
Il gioco è una malattia da sterminare.
Spero che le tue parole faranno sentire i vincitori sempre meno invidiati.
Poi piano piano ti rendi conto che i vizi nella vita sono fatti per essere vissuti e soprattutto sconfitti.
Ho perso circa 10 mila euro anche se non ho fatto un conto preciso ed avrei pure paura nel farlo.
Nessuno sa nulla di questa mia dipendenza ne amici ne parenti.
Ogni volta mi dico more info smetto e ogni volta ci ricasco!
Credo che la causa scatenante per me sia la mancanza di stabilità lavorativa!
Quei pochissimi soldi che guadagnavo li buttavo nella speranza di averne di più.
Mi sono illuso mille volte che esistessero dei metodi di gioco e puntualmente funzionano all inizio e mi fanno perdere tutto dopo!
Sono al capolinea, non ho più un euro e non trovo un lavoro, il mio futuro è compromesso.
L unica serenità è avere un tetto sulla testa e qualcosa da mangiare per il resto passo le mie giornate a pensare quanto ho perso e che non avrei mai avuto bisogno di giocare se semplicemente non avessi buttato quei soldi.
Per quanto uno si renda conto di non andare da nessuna parte, smettere è difficile!
Grazie cmq per l articolo è fantastico!
La vera differenza puoi farla se invece di pensare a quanto hai perso, da oggi inizi a pensare a quanto potrai giocare alle slot machine dipendenza se dedichi tutto il tempo a tua disposizione a un obiettivo chiaro, concreto.
Se hai la casa e puoi mangiare puoi anche ricostruire da zero.
Renditi conto che hai molto bisogno di cambiare la tua mentalità che al momento è autocommiseratoria.
Ti piangi addosso, ed è ok per un certo periodo… Poi però devi trovare la forza di trovare un obiettivo dal quale ripartire.
Ci risentiamo tra qualche mese?
Sono passati pochi giorni, ma già sto meglio.
In un attimo di lucidità ho chiuso i conti online a cui ero registrato e non ho più giocato!
La strada è lunga e sto riuscendo a ridare il giusto peso click at this page alle 5-10 euro in tasca!
Sto riflettendo molto e mi rendo conto che oltre i soldi ho perso tanto tempo.
Seppur in anonimo, era la prima volta che mi sfogavo pubblicamente per questo mio problema e credo che averlo fatto su questo blog mi abbia aiutato!
Io credo che quelle siano un problema marginale.
Il problema grosso sta in tutti i siti online che offrono bonus, pubblicizzati ovunque!
Personalmente ho giocato solo una volta ad una slot da bar, ho perso 20 euro e non ho mai più giocato.
Ti prometto che fra qualche mese mi rifaccio sentire, magari sempre in questo post, cosi capisci che sono io!
È un uomo brillante, smart, un leader, forte, come sicuramente lo sarai tu.
Ma da solo non ce la fa nessuno.
Anche lui, il super dio, non può combattere contro il suo unico amore e piacere : il Gioco.
La tua forza di volontà è nulla contro il tuo Piacere.
Il tuo perenne lato oscuro e nascosto.
Io e lui le abbiamo provate tutte.
Anche all download slots taken strong dc app con GPS.
Le malattie però non si curano con l amore o con il controllo.
Noi abbiamo trovato un vero aiuto nei gruppi di autoaiuto.
Ha avuto una recidiva in 6 anni, ma almeno abbiamo trovato una reale Speranza.
Fa un atto di coraggio.
Con la forza di chi come te, ha una dipendenza, puoi farcela.
Ma da solo crei solo bugie, debiti, disastri e desolazione.
Troverai in loro, la forza che per tua natura umana e non divina, non hai.
Non hai nulla da perdere.
E tutte queste persone senza saperlo hanno fatto il mio male, perchè hanno demolito la mia già precaria autostima.
Per quanto mi riguarda essere leader significa saper ascoltare tutti senza paura e poi, valutare personalmente.
I gruppo di auto aiuto sono sicuramente una cosa positiva e nel momento in cui le persone arrivano su questo sito e leggono le prime parole qualsiasi azione è meglio che ricadere nelle abitudini dei vizi e del gioco.
Anche partecipare a un gruppo di aiuto aiuto contiene i semi per iniziare una nuova abitudine ma tieni presente che è la tua soluzione, non quella di tutti.
Così come questa che leggi su questo sito è la mia storia e non quella di tutti.
Penso che un punto di vista condivisibile resti il fatto di tenere attivo a tutti i costi un canale comunicativo con la famiglia.
Il primo passo per tutti credo sia recuperare quel pezzettino di umiltà che abbiamo perso giocando la nostra dignità, e questo si pò fare solo chiedendo aiuto a persone a cui vogliamo bene.
Io voto la famiglia, insomma.
Se poi si riesce, coi gruppi di aiuto aiuto o col SERT o con psicologi o con la danza della pioggia… tutto è bene ciò che ci fa costruire un nuovo pezzo di vita.
Sono passati solo 11 giorni dal primo commento e non ho più giocato!
Capisco Anna cosa vuoi dire, però come dice Simone ogni persona è diversa.
In questi giorni ho trovato finalmente un lavoro.
Nel mio caso credo che la mancanza dello stesso e la sua precarietà ha fatto scattare questo vizio.
Non sono nessuno per fare una autodiagnosi però a me remarkable, all slots free casino congratulate non ha mai divertito più di tanto.
Nei periodi in cui ho lavorato attivamente non ho mai giocato!
Una cosa sola non avevo mai fatto…ovvero liberarmi di questo peso scrivendolo o parlandone pubblicamente.
Seppur in anonimo questa cosa mi ha fatto scattare una nuova scintilla più forte del passato.
Adesso sto lottando attivamente con me stesso,ma più passano i giorni e più mi sento meglio.
Il lavoro e le giornate piene adesso mi stanno dando una grande mano a trascorrere le giornate senza quel pensiero in testa!
Hai bisogno di una bella svegliata, e se non te la dai da sola, ci penserà la vita.
Sono molto preoccupata,la situazione è davvero grave.
Credo sia depresso,quindi il tutto è ancora più difficile.
Io lo guardo e lo vedo come un animale in gabbia,tormentato è sempre più distante.
A volte silenzioso,a volte irascibile,sorridente sempre più di rado.
Ovviamente lui minimizza sul gioco,ma so che lo fa per non sentirsi giudicato.
Esiste un modo giusto per non fare danni ulteriori dal momento che non è totalmente consapevole di questo disturbo?
Attenzione, non ti sto consigliando di comprarlo, ti sto solo consigliando di metterti in una condizione in cui tu possa essere davvero aperta a sentirlo parlare del suo problema… per esempio, potresti iniziare anche tu a parlare di qualche tuo problema personale, aprendoti con lui per prima.
Il dolore che provo è enorme, la fiducia è completamente svanita ed è subentrata la paura, perché non credo abbia la consapevolezza di avere un problema.
Dico questo perché mi ha fornito le solite e preoccupanti giustificazioni di turno e che mi farà vedere i suoi estratti conto ecc…Non lo giudico, perché è ricaduto o forse non ha mai smesso, ma sono preoccupata per lui, perché sento che ha molta difficoltà ad aprirsi e a fidarsi di qualcuno.
So che mi ama, come so che è dipendente.
Allo stesso modo non serve controllarlo se adesso gioca oppure no, perché sento e vedo che sta male.
Avverto in lui uno stato di astinenza e di depressione.
Io personalmente già da tempo e per motivi miei sto andando da uno psicologo, il quale mi ha consigliato di rimanere per il momento ferma e decisa, di non rinfacciare nulla né, soprattutto, di farmi coinvolgere nel vortice della dipendenza del mio compagno.
Ci free for all download games slot pc può ammalare stando accanto ad un dipendente, perché sono 5 giorni che non mangio ed ho la mente offuscata dalla paura.
Io non la trovo una posizione particolarmente utile, soprattutto per te.
Se vuoi fare un passo avanti puoi continuare quello che stai facendo, ovvero prima di tutto farti carico della tua vita, coi metodi che ritieni opportuni psicologo, amici, famiglia ecc.
Non è tuo figlio.
Non è tuo padre anziano… è un tuo pari e come tale penso che debba avere la dignità di essere trattato.
Non è un uccellino da accudire, non è un ladro da colpevolizzare ma neppure una cavia da studiare.
Se vuoi lui può essere una persona con cui tu condividi la tua vita.
Le sue scelte e le sue debolezze possono rimanere fuori dalle tue preoccupazioni.
Purtroppo quel lento declino che descrivi così bene è una costante in moltissime persone, potresti averlo tu, potrei averlo io.
Nessuno sa se la forza che abbiamo oggi durerà anche domani e se ciò che abbiamo seminato nella vita fino a questo punto sarà sufficiente per darci da mangiare sia fisicamente che emotivamente anche domani.
Probabilmente faccio fatica ad evitare di colpevolizzarlo e controllarlo.
Stamattina per lavoro sono fuori casa e lui doveva sbrigare delle commissioni; prima giocare alle slot machine dipendenza uscire ha fatto un rapido conto e tirato fuori i soldi, ma di fronte al mio suggerimento di lasciarli a casa, mi ha guardata in modo strano e non ha detto nulla.
Poco fa mi ha mandato degli sms di resoconto di quanto ha speso…Mi rendo conto che sono pagliativi ed il fatto che non si separi dai soldi penso lo esponga a dei rischi.
Stavo anche pensando di tornare indietro per controllarlo, ma devo portare avanti le mie cose.
A un certo punto puoi decidere se essere la sua compagna o il suo controllore.
Entrambi i ruoli risultano difficili da conciliare.
Infatti sono rimasta a fare quello che devo e cerco di rimanere calma.
In questo caso la paura è proprio un paio di occhiali che se indossati, distorcono tutte le relazioni che abbiamo con gli altri.
Considera che tutte le dipendenze proliferano nelle famiglie dove i rapporti affettivi sono inespressi, gestiti dalle paure, gestiti sulla base dei sensi di colpa o dei rimpianti.
Per fare una bella famiglia serve molto coraggio, una cosa che dobbiamo imparare da soli visto che pochi prima di noi ne hanno avuto, e sicuramente non è una cosa che si impara a scuola.
Non sa nessuno della mia dipendenza perché mi vergogno,voglio uscirne e non so come fare,quando sento il bisogno di giocare non riesco a fermarlo,poi ovvio mi sento in colpa perché è matematico come dici tu,e perdo.
Si tengono il vizio in silenzio e sperano che succeda qualcosa.
Ma io non ti conosco, non può bastare scrivere su un gruppo anonimo per fare davvero un passo avanti.
Parlane con una persona che ti vuole bene, rendi noto il tuo problema e sarà un modo pubblico per affrontarlo e andare avanti davvero, mettiti a nudo, dopo la vergogna iniziale troverai una nuova te stessa, più forte e più consapevole degli errori passati e pronta per accettare un nuovo futuro.
Il tuo tempo è la vera perdita di valore di questi ultimi anni ed è proprio dal tuo tempo che devi ricominciare.
La prossima volta… prova a spenderli meglio, per un hobby tuo, costruttivo.
Per quanto riguarda la vendetta, sappi che la cosa che danneggia maggiormente le aziende è il boicottaggio silenzioso.
Bisogna accettare che gli errori che abbiamo fatto sono nostri, ci hanno reso le persone che siamo oggi, con luci e ombre.
Cerca gradualmente di sentire la felicità di esserti liberata da una dipendenza pericolosa e distruttiva.
Sei libera e ti sei liberata con le tue mani, concentrati sulle cose positive che hai portato nella tua vita, e vedrai che il resto passerà in secondo piano.
Mentire sistematicamente però è sempre una forma di tradimento e di questo sono colpevole al 100%!
Adesso mi ritrovo senza soldi, senza più nulla da vendere e senza lavoro.
Ecco vorrei dirle tutta la verità perché lei non sa assolutamente nulla del mio problema e sono certo che mi lascerebbe se sapesse come stanno le cose in realtà, conosco bene il suo carattere.
Sono veramente disperato e sta volta ho toccato il fondo.
Grazie per avermi ascoltato.
Se il pensiero di non suicidarti perchè sei utile ai tuoi cari ti ha mantenuto in vita, è un pensiero positivo.
Ma tu non vivi per gli altri, vivi prima di tutto per dare spazio alla tua vita, e questo non può essere dimenticato.
Andiamo quindi a ricostruire una specie di gerarchia della sopravvivenza: 1 puoi vivere 2 puoi amare 3 puoi essere utile agli altri 4 puoi avere delle passioni 5 puoi avere dei vizi gioco, droga, ecc.
Al momento sei afflitto dalla paura, è normale perchè hai paura di perdere affetti importanti che ti sei guadagnato.
Per cui la tua sfida è duplice.
Non devi semplicemente scegliere tra due fidanzate, devi scegliere tra una fidanzata vera ed una fidanzata inesistente che vive solo nella tua testa… la malattia del gioco.
E che non sta scritto da nessuna parte quale dei due debba essere, perchè lo puoi decidere solo tu.
Ma sono solo bugie.
Chiunque può vivere anche senza vizi, se sceglie di farlo e si impegna per fare i passi giusti: che sono fatti prima di tutto di onestà verso chi ci vuole bene.
Sono ancora in tempo per fermarmi prima che vado sotto di peggio.
Ho perso 260 euro, non ho problemi a dirlo, ma mi girano veramente i coglioni e leggendo tutto il tuo articolo mi ha decisamente convinto di smettere prima che perda altri soldi.
Ringrazio ancora per il tuo articolo, sperando che non ne vado più a perderne giocare alle slot machine dipendenza />Pensa che hai pagato per ricevere questa lezione di vita: 260 euro.
Dopo aver esaurito la liquidazione di svariati migliaia di euro in pochi mesi, mi aveva rubato dei soldi.
Ha fatto un percorso al sert ma credo che abbia continuato o ripreso a giocare presto.
Io gli controllo il conto e per un periodo avevo il suo bancomat.
Ma questo lo ha solo frenato a spendere cifre grosse.
Mi aveva riconsegnato il bancomat per un mese.
Poi una sera è andato al bar a vedere la partita.
Io ero a casa e mio figlio, cinque anni, voleva il suo papà.
Ho avuto una crisi di nervi incontrollabile, mi sono messa a gridare così forte e a piangere che non ce la facevo più, pensavo sarei morta di crepacuore.
Il mio bambino è ancora spaventato, ho paura di averlo veramente traumatizzato.
Lui niente, per lui è stata una bravata.
Mi ha detto che sarebbe andato via di casa ma non se ne va.
Io non so più che fare.
Siamo soli,nessun parente che può aiutarci e ho paura che questo rapporto malato possa nuocere al bambino.
Dormiamo in stanze separate e ci parliamo a malapena.
Io penso che in quanto coppia dobbiate trovare tra voi una soluzione sostenibile e di comune accordo.
Se il rapporto amoroso è finito, è una situazione dolorosa ma accettabile.
Ma le due cose non vanno confuse tra loro, ciò che sarà della vostra coppia non può essere confuso con la dipendenza del tuo compagno.
Una dipendenza di questo tipo non si chiude in breve tempo, non si chiude con le promesse ma solo ri-applicando ogni giorno le alternative concrete e le azioni costruttive quotidiane, piccola vittoria dopo vittoria, dopo sconfitta, dopo vittoria.
Quando tu litighi pretendendo che smetta di giocare, non stai litigando col tuo compagno, bensì stai litigando con la sua malattia.
E una dipendenza farà parlare le persone sempre e solo in difesa della propria dipendenza, mentendo, facendo promesse, parlando a vanvera.
Se vuoi iniziare a vederci chiaro devi valutare sempre e solo le azioni e mai le parole.
Considerando che per quanto malato e disperato… sarà sempre il padre di tuo figlio e come tale, figura essenziale della sua vita.
Tutto questo per dirti che un percorso di allontanamento è possibile, se riesci a renderlo condiviso, graduale e soprattutto con le date ben chiare ed in anticipo.
Vi faccio i miei migliori auguri.
Si gioca proprio per perdere, per toglierci la responsabilità ed il peso della vita.
In fondo quando si è senza denaro a prima vista valiamo di meno, nessuno ci può chiedere nulla perchè sembra che non abbiamo nulla.
Devo dire che ho fatto anche grosse vincite 2 o 3 volte ma gli ho tutti rigiocati… mi faccio autoanalisi, so che ho un problema, non ce la faccio a dirlo in famiglia.
Ho preso coscienza e voglio giocare poco pensando a quello che perdo senza aspettarmi vincite che cambiano la vita.
Torna alla realtà: parla con tuo marito, fatti togliere gli accessi alle spese online e trovati un hobby costruttivo.
Non hai letto le storie che ti precedono?
Non hai visto cosa si perde perseverando?
La famiglia, gli affetti, la casa.
Se non tieni a queste cose, allora sì continua pure a giocare poco, è il modo migliore per assicurarti che tra qualche anno potrai essere sola e senza più responsabilità.
Trovo anche questo sito un ottimo supporto psicologico per chi non riesce a superare il problema e comincia a cercare una soluzione.
Ho giocato alle slot per 7 anni 7 lunghi anni tremendi di cui ancora oggi mi chiedo come sono riuscito a fare tutto quello che ho fatto, si perché sono riuscito a realizzarmi professionalmente ed economicamente a sposarmi e avere una figlia bellissima che oggi ha soli 3 anni, per assurdo ho condotto quasi una vita normale nonostante tutto…questo senza passare forse memmeno un giorno di questi incredibili lunghi 7 anni senza giocare alle slot!
No nemmeno quella, ero un alteta amatoriale appassionato di arti marzili e bodybuilding ma ho mollato tutto ora ho anche la pancia per causa della mia dipendenza.
Io forse non ho smesso di essere un giocatore forse si rimane giocatori per tutta la vita ma ho sofferto troppo e in silenzio per questa mia patologia, sognavo la notte di tornare quello che ero un tempo e il mattino seguente dimenticavo tutto e ritornavo a giocare.
Un mese fa dopo una batosta incredibile sono tornato a casa e ho deciso di raccontare tutto a mia moglie.
Mi sono sentito più volte una merda!
Si perché le slot machine ti fanno diventare tale e non pensate che sto esagerando perché lo si diventa per tanti motivi, davanti alla slot e sopratutto se si sta perdendendo, cioè il 99% dei casi, si diventa anche scontrosi assenti e intolleranti e sapete bene quello di cui parlo… Ho pensato a tutto quello che ho tolto alla mia famiglia e ai sacrifici fatti per costruire qualcosa e poi per buttare tutto nel cesso come un coglio….
Parlare coi cari e riavvicinarsi alla realtà è la prima cosa da fare.
Ho 25 anni e da 5 gioco alle slot!
Mio padre ci gioca da 10 anni!!!
Lui ha perso tutto anche il lavoro.
Ma ho sempre lo stipendio impegnato x tre quarti x saldare i debiti x le slot del mese prima!
Ho bisogno di aiuto!
Convivo con una ragazza fantastica e ho paura di perderla!
Ogni giorno ci sono persone che perdono la vita a causa della disperazione che arriva nel momento in cui si guarda a quello che abbiamo perso.
Io purtroppo non ti posso dire quale sarà la strada giusta per uscire dalla tua dipendenza… Ma so con certezza che la strada giusta non sarà la prima che proverai, non sarà la seconda, non sarà la terza eppure solo riprovando e ascoltando cosa succede in te stesso, potrai avere una speranza.
Quello che ha dato a me la speranza è stato capire che non importava quanto bella o brutta la mia vita fosse fino a quel momento: mi sarebbe bastato rimanere vivo e riprovare.
Siamo persone con la voglia di vivere, e la voglia di giocare, è una voglia sacrosanta.
Il bello sta nel riuscire a mettere questa voglia e questi soldi in attività positive: è questa la tua sfida.
Non è stato facile i primi giorni, mi sentivo addosso tutti i sintomi di chi è drogato ed è in astinenza.
Adesso sono tre mesi, quasi quattro.
Quindi se si hanno problemi, frustazioni, parlatene, affrontatele con persone care, non buttatevi-buttiamoci nel gioco.
Solo nei recenti quattro mesi, per rendersi conto di quanto sono stato idiota nel gettare soldi alle slot, non giocando ho risparmiato e messo da parte grazie a mia moglie piu di 2000 euro e speso il giusto x esigenze di famiglia.
Soldi che altrimenti sarebbero finiti in slot.
Purtroppo in questo periodo in cui manca il Lavoro, molti cercano facili alienazioni e con la complicità della malavita si continuano ad aprire sale scommesse e slot che non fanno altro che aumentare degrado sociale e povertà.
Resta il fatto che se uno gioca non è colpa dello Stato in senso stretto.
Infine importantissimo è farsi aiutare, seguire anche un percorso psicologico se necessario.
Grazie ancora, insieme possiamo fare tanto per chi sta soffrendo per colpa di questa dipendenza.
Resistiamo e non abbassiamo mai la guardia, basta poco per tornare ai vecchi errori.
Quindi ragazzi fatevi aiutare e aiutiamoci!!!!
Perché questo è il mio obbiettivo.
Quel giorno consegno tutto carte, bancomat, e tutto ciò che può portarmi ad avere soldi in tasca dentro di me so che anche se li avessi con me, non li userai mai più peri il gioco, mi è bastato vedere i suoi occhiil dolore dei loro gratis alle slot senza mi accompagna ogni giorno, ma mi dà la forza per dovercela fare a tutti i costi…basta devo riprendermi la mia vita.
Smettetela di pensare non so come uscirne, ma iniziate a sognare a progettare la vita senza più tutto quel tempo perso attaccati a quelle macchine a tutti quei giochi che vi portano lontano dai vostri cari.
Mi sono ripromesso di scrivere su questo blog ogni mese per raccontarvi come procede, per raccontarvi che ci si riesce ad uscire.
Penso che tu sia pervaso dallo spirito giusto, tientelo stretto e vai avanti.
Quando vorrai pubblicare aggiornamenti sulla tua situazione li leggerò sempre volentieri.
Perché per il mio compagno la tua tecnica non ha funzionato.
Stiamo assieme da 6 anni.
Insomma lui ha fatto quel che dici, lo ha detto a me, la sua metà di cuore.
Sono passati 4 anni da quando ha fatto quel famoso gesto risolutivo che tu dici, e poi ieri, un sabato pomeriggio qualsiasi, trovo il mio cofanetto dei risparmi miseramente vuoto, vuoto…come me.
Gli controllo il conto corrente, vuoto.
Abbiamo entrambi un lavoro stabile, una buona posizione economica, delle passioni, un amore, la salute, degli amici, una bella vita.
Questa volta non me lo ha detto lui che gioca ancora, non me lo ha detto lui.
Scoprirlo, scoprire che me lo stava nascondendo, è stato come saperlo per la prima volta.
Mi ha tolto la forza.
Ho perso la tenerezza, la dolcezza di aiutare chi amo.
Me lo sono meritato in questi 4 anni di comprensione, aiuto, amore, assenza di pregiudizio.
Da circa un anno lo marcavo stretto, ero presente e comprensiva e gli chiedevo di dirmi tutto, qualsiasi sua paura ansia debolezza.
Io e te, non ci divide niente, se ti torna la voglia di giocare sai chi chiamare.
Quanto amore ci vuole, non so se ne ho ancora, almeno quanto gliene serve.
Ho paura di ammalarmi io.
Considera che qualsiasi azione che fa un tossico del gioco non è risolutiva.
Parlarne in famiglia, non isolarsi ecc.
La dipendenza spesso diventa uno stile di vita, e lasciarla alle spalle deve necessariamente includere un percorso di una nuova vita, con nuovi obiettivi e nuove dinamiche.
Uno sguardo in faccia alla realtà altrui a volte è utile, altre volte è necessario trasferirsi altrove dove il gioco è meno diffuso.
Ma tutte le storie del mondo non saranno utili per capire la vostra.
Perché le tue e le sue decisioni restano lì, a comporre un puzzle che solo voi potete capire e apprezzare, o rifiutare.
Sono un professore di matematica e se può esservi utile posso garantirvi che non esiste gioco in cui nel lungo periodo se ne esca vincitori.
Un saluto a tutti sperando possiate al piú presto risolvere questo dramma visto che il nostro caro stato propone gioco e poi sert…ma mai una spiegazione matematica!!
Sto continuando il mio percorso, per lasciarmi alle spalle un passato fatto di bugie e di delusioni verso me stesso e verso la mia famiglia.
Devo dire che sto veramente bene, ho iniziato a frequentare il GA giocatori anonimi e ti devo dire che ho veramente il piacere di frequentare questo posto, mi aiuta tantissimo, mi aiuta sentire persone che sono usciti da questo problema, mia aiuta sentire testimonianze che mi dicono di stare sempre attento perché ho la consapevolezza che il mostro è sempre li….
Ora vedere mia moglie e i miei famigliari felici, vedere loro che credono in me ma il primo sono io mi rende orgoglioso e sereno del percorso che ho intrapreso.
Vedo che la mia serenità di riflesso illumina e contagia le persone al mio fianco, questo è meraviglioso.
Non conto più i giorni passati da quando ho detto basta con il gioco, preferisco contare i giorni da quando mi sono detto ricomincia a vivere.
Ti dico una cosa che racconto, io mi sono aperto è ho parlato con molte persone del mio problema, senza la paura di essere giudicato io ho smesso non di giocare alle macchinette o ad altri assurdi giochi, io ho smesso di giocare con la VITA.
Grazie veramente di cuore perché questo continue reading e le tue parole mi hanno indicato che strada seguire.
In quel momento mi sono sentita meglio, liberata da un velo di bugie, ma con il passare dei giorni questa consapevolezza sta pesando come un macigno dentro di me, in termini di fiducia.
La cosa che mi rattrista profondamente è che lui abbia cercato sempre di far passare me come la visionaria, la diffidente, imputandomi la responsabilità di tutti i nostri problemi di coppia.
Appunto, siamo una coppia e gli errori si commettono in due.
Ora è molto difficile discernere la dipendenza con il vivere quotidianamente…Faccio un esempio: se lo vedo triste e taciturno, penso che stia pensando al gioco o che stia escogitando qualche trucco per procurarsi i soldi; se lo chiamo al telefono e non mi risponde, penso che stia giocando.
Non provi disagio o astinenza?
Questa è ossessione mentale dovuta alla paura.
Paura di amare e rischiare.
Non serve a nulla puntare il dito su di lui scagionando me stessa.
Facile e comodo dire è lui che ha un problema, quando io con il mio comportamento in qualche modo alimento https://casino-promocode-deposit.website/all-slots/all-american-slot-machine-video-poker-gratis.html suo malessere.
Mi rendo conto che in questo momento non sono molto di aiuto, in primis a me stessa, perché non sono serena e vivo le mie giornate cercando di accantonare la paura che vada a finire ancora male.
Lui ha detto durante la seduta che ha chiuso con il gioco…che ha capito slots 10 bonus all Il terapeuta gli ha chiesto solo di dirlo, stavolta, se dovesse ricaderci, perché non ci sarebbe nulla di male.
Vorrei essere ascoltata da lui e accolta, ma non sento che al momento abbia voglia e forza di farlo.
Se si ha la bronchite si prende un antibiotico e si può guarirese si è affetti da una patologiaper definizione non si guarisce.
Anche io nel passato ci sono ricaduto probabilmente non era il mio momento.
Con fatica e tanta pazienza inizio a vedere la luce.
Ma ti posso assicurare che con la pazienza la volontà tutto può cambiare.
Io non ho bancomat e vado in giro con pochi soldi, ora giustifico qualunque spesa facendomi dare lo scontrino anche per un semplice caffè.
Se questo serve alla mia compagna lo farò per il resto della vita, ma non mi limito solo a questo.
Vedi il giocatore quando gioca è come se il suo cervello andasse in black out, per poi riaccendersi quando le tasche sono vuote.
A volte ci nascondiamo dietro al gioco per isolarci dal mondo….
Ti posso solo dire di stare vicino al tuo compagno fino a quando tu sarai disposta a farlo, ma credimi non pensare che lui non abbia rimorsi o sensi di colpa….
Vi auguro tutto il bene di questo mondo.
La cosa che mi terrorizza, a tal punto da aver ripreso a sognare di scoprire nuovamente il mio compagno che gioca, è la menzogna ed il suo cercare di mostrare una calma click to see more />Onestamente non so se avrò ancora la forza di andare avanti se dovessi nuovamente scoprirlo, perché al punto dove siamo arrivati, potrebbe fare uno sforzo ed un atto di onestà e dirlo.
Il gioco nasconde molte cose, in primis la tristezza… A volte vorrei che parlassimo di ciò che gli scattava, per condividere, ma lui preferisce tacere ed anche davanti al terapeuta risponde che non ci sta pensando e che ha preso una decisione.
Sarebbe bello potersi accettare per quello che siamo e riuscire a mantenere la coppia in vita anche nel contesto in cui entrambi i partner stanno cambiando.
Perché è vero che lui si è messo in discussione e di questo bisogna rendere atto, ma è anche vero che in terapia state giustamente andando entrambi, per cui anche a te è lasciato lo spazio per evolvere, cambiare.
E non è detto che dopo le mutazioni ci si ritrovi ancora compatibili!
Questa si che è una gran bella sfida, che vale la pena di giocare.
Il problema è insorto in modo più aggressivo negli ultimi 8-9 mesi, specie per problemi lavorativi.
In questo momento,dopo una pesante perdita subita ieri, sono lucido.
In questo momento di lucidità ho analizzato quasi con visioni come sono stato annebbiato in tutti questi mesi.
Peggio dell alcol visit web page sono astemio per fortuna.
La mente che continua a pensare continuamente alla prossima giocata, continuamente.
Al cercare di stare solo a tutti i costi,evitando qualsiasi tipo di contatto sociale.
A tutti i costi.
La cosa strana è che si alternano momenti di lucidità a momenti di completo annebbiamento.
Sapere perfettamente di fare una cosa sbagliata e farla.
Qualcuno la chiama coglionaggine.
Simone giustamente la chiama col suo nome, cioè malattia.
Ho provato a più riprese a cercare di fermarmi, ma dura quel che dura.
Poi nuovamente nel vortice.
Ah è assolutissimamente vero.
Basta la prima giocata a far rimettere in moto il circolo vizioso.
Questa è la terza volta, oggi 15 gennaio, che cerco di smettere definitivamente.
Il trucco forse l ho capito.
È cercare in qualsiasi modo, anche prendendosi a schiaffi o sonniferi, di evitare la prima giocata io sono, mi piacerebbe dire sono stato, un giocatore di tennis live.
Il problema grosso è il tempo.
Vi faccio un esempio.
Avete presente quando siete stati lasciati dalla fidanzata da piccolini la prima volta, e voi l amavate ancora?
A me cosa è successo in quel caso?
Di stare malissimo anche per lunghissimo tempo tipo 3 mesi.
Poi come si suol dire, il tempo rimargina le ferite.
Anche qui, io ricordo quel mese e mezzo in giocare alle slot machine dipendenza sono stato senza giocare.
Ho ricominciato a vivere.
Basta un niente e il tempo ti fa dimenticare come sei stato male in precedenza.
Allora oltre che l aiuto di psicologi, secondo me potrebbe servire tantissimo un contatto fisso tra due giocatori sconosciuti magari, che vogliono dire basta.
Uno del nord e uno del sud, non lo so, che si scambiano i numeri di telefono e si aggiornano senza mentire su tutto quello che stanno facendo.
Non so se è scientificamente provato, ma chi gioca non ha tutta questa voglia di stare al telefono.
Ha ben altro a cui pensare.
Chissà che poi nasca una bella amicizia e che magari ci si incontri per una bella birra o Fanta, io non bevo :-D.
Tutti vorremmo la compagnia di nostri simili o di persone che ci possano guidare fuori dal guado.
Per esempio ho pubblicato un ebook al costo simbolico di 1 euro proprio per capire quanti dei 500 visitatori quotidiani sono disposti a investire una minima parte delle proprie risorse in un progetto che tenda a cambiare la direzione che hanno imposto alla loro all free online poker play />Certo il mio libro non è perfetto, certo questa pagina non è perfetta, certo non è una statistica rappresentativa di nulla, ma il punto al quale voglio arrivare è che questa pagina è un punto di incontro per una fase di passaggio, quelli che poi vanno oltre sono pochi e visto che gli strumenti ci sono già tutti dal numero verde, al SERT, per non parlare delle comunità, sia religiose che laiche sono arrivato alla conclusione che queste malattie basate sulla dipendenza derivano da una precisa scelta.
Lascia un commento Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. giocare alle slot machine dipendenza giocare alle slot machine dipendenza giocare alle slot machine dipendenza giocare alle slot machine dipendenza giocare alle slot machine dipendenza giocare alle slot machine dipendenza



Giochi Slot Gratis - Senza Scaricare | Gioca Gratis o con Bonus Giocare alle slot machine dipendenza

"COME HO SMESSO DI GIOCARE" - YouTube Giocare alle slot machine dipendenza

La guida completa sui migliori bonus di benvenuto slot machine online proposta dai bookmaker legali in Italia con licenza AAMS. In più una guida sui giochi di slot online Gallina, da Bar, Sfinge, Ulisse e i modi per guadagnare soldi veri giocando.
Cosa accade al nostro cervello quando giochiamo alle slot machine? Al casinò, il lasso di tempo tra l’inizio del movimento del rullo delle slot machine e l’arresto dell’ultimo, che segnala una vincita o una perdita, sembra non avere fine…
Gioca alle slot machine online. Le tue slot machine preferite sono su 888casino! Gioca con decine di Slot diverse, dalle classiche fino alle Video Slot più moderne con Giocate Gratis, mini giochi colorati e divertenti, simboli Wild espandibili e tante altre sorprese tutte da scoprire durante il gioco.

COMMENTS:


12.01.2019 in 08:46 Vuzshura:

Remarkable idea



16.01.2019 in 17:41 Vogul:

These are all fairy tales!



11.01.2019 in 19:43 JoJorg:

Certainly. I agree with told all above. We can communicate on this theme. Here or in PM.



10.01.2019 in 17:47 Fegis:

It is remarkable, it is the valuable information



10.01.2019 in 02:22 Tygolrajas:

This situation is familiar to me. Is ready to help.



10.01.2019 in 04:13 Mikataxe:

Likely yes



13.01.2019 in 11:08 Akigul:

Quite right! I like your idea. I suggest to take out for the general discussion.



14.01.2019 in 15:50 Malar:

In my opinion you commit an error. Let's discuss. Write to me in PM, we will communicate.



08.01.2019 in 16:47 Arakus:

Not clearly



13.01.2019 in 13:14 Minos:

I hope, you will come to the correct decision. Do not despair.



10.01.2019 in 04:45 Arashisar:

Exact phrase



15.01.2019 in 19:31 Nerr:

You commit an error. Let's discuss it. Write to me in PM, we will communicate.



10.01.2019 in 05:23 Gotaur:

This simply matchless message ;)



16.01.2019 in 02:36 Vudojin:

Now all became clear, many thanks for the information. You have very much helped me.



10.01.2019 in 15:15 Vokree:

The excellent and duly message.



12.01.2019 in 05:01 Kezragore:

You have quickly thought up such matchless phrase?



10.01.2019 in 09:54 Goltizil:

It seems to me, you are mistaken



14.01.2019 in 08:14 Vulabar:

I am final, I am sorry, but, in my opinion, it is obvious.



09.01.2019 in 06:41 Faurisar:

Completely I share your opinion. In it something is and it is good idea. I support you.



14.01.2019 in 20:27 Jubar:

Very amusing message



07.01.2019 in 15:24 Balmaran:

What words... super, a brilliant idea



08.01.2019 in 02:18 JoJojind:

Earlier I thought differently, many thanks for the help in this question.



10.01.2019 in 19:30 Mazuzragore:

Useful idea



09.01.2019 in 19:57 Miran:

Prompt, where I can read about it?



08.01.2019 in 15:53 Zulkilmaran:

You have hit the mark. Thought good, I support.



08.01.2019 in 09:04 Dousho:

I think, that you commit an error. I suggest it to discuss. Write to me in PM, we will talk.



12.01.2019 in 10:15 Kalrajas:

I congratulate, the excellent answer.



13.01.2019 in 09:39 Mazuramar:

In my opinion it already was discussed, use search.




Total 28 comments.